Communication designer

eccomi qui

Designer, curiosa per le cose interessanti, in letargo per tutto il resto.

Castiglioni diceva: se non siete curiosi, lasciate perdere. Per me è come un motto, valido non solamente nel campo lavorativo e di studio inerente al design, ma in tutte le cose che faccio e nella vita.
Considero la curiosità come base di qualsiasi progetto; solo attraverso una buona ricerca è possibile intraprendere e sviluppare idee qualitativamente innovative. Per questo credo che il ruolo del designer, non solo comunicativo e grafico ma più in generale, sia proprio quello di avere uno sguardo attento sulla realtà. In fondo progettare [/pro·get·tà·re/] non è altro che gettare avanti, avere la consapevolezza del presente così da immaginare un futuro in cui realizzare le proprie idee.

IL MIO PERCORSO


IN BREVE?

clicca qui

Laureata Magistrale in Design della Comunicazione con Lode presso la Scuola di Design del Politecnico di Milano (Italia). La tesi presentata a conclusione del percorso di studi, in continuità con la ricerca sulle identità dei luoghi promossa dal gruppo DCxT, ha indagato la tematica della memoria in relazione al territorio, rintracciando flussi e link che permettono di visualizzare tramite mappa i legami tra archivi e luoghi. Interesse particolare è stato posto all’Archivio Albe e Lica Steiner, conservato presso gli Archivi Storici del Politecnico di Milano, valorizzato e preso come caso studio principale del progetto, anche grazie alla preziosa collaborazione con Anna Steiner. Tra gli argomenti trattati, il progetto di tesi mi ha visto affrontare tematiche come l’immersività e le atmosfere affiancate alla comunicazione del territorio, permettendomi di conoscere realtà come il Laboratorio Interdipartimentale EDME (Environmental Design and Multisensory Experience). In particolare, all’interno del laboratorio è presente un CAVE (Cave Automatic Virtual Environment), un ambiente smart, flessibile e adattivo, che integra immersività e rappresentazioni multimediali con fattori percettivi ed emozionali.

Come designer ho avuto e ho tuttora la possibilità di collaborare con alcuni studi e realtà aziendali, presso le quali svolgo progetti legati alla comunicazione e al prodotto. Tra questi lo studio Veneziano+Team di Gianni Veneziano e Luciana Di Virgilio, dove con uno spirito fortemente artistico aperto alla sperimentazione e alla contaminazione ho esplorato diversi ambiti della progettazione unendo esperienza e innovazione.
Nel 2017, inoltre, ho partecipato alla fondazione dello studio Forma sito in Figino Serenza, che si occupa di progettazione grafica ed esecutiva. Con il team di Forma ho avviato una continuativa collaborazione per sviluppare e comunicare l’identità dello studio e di ogni progetto da loro eseguito.

Parallelamente, grazie alle esperienze e alle conoscenze acquisite in ambito universitario, ho avuto l’occasione di intraprendere parallelamente l’attività di docente. In particolare, presso il centro di formazione superiore Enaip Lombardia - sede di Cantù. In questo contesto di educazione nel settore legno-arredo e design sono stata chiamata ad insegnare Elementi di Progettazione ad alunni delle classe prime e seconde.
In un secondo momento, ho collaborato come Cultrice della materia presso il Politecnico di Milano, con approfondimento sulla cultura del Design della Comunicazione nel Laboratorio di Sintesi Finale (DCxT) tenuto dai docenti G. Baule, D. A. Calabi e M. Quaggiotto nel corso del primo semestre dell’A.A. 2020-2021. Nel corso del laboratorio, a partire da sistemi e diverse forme di traduzione cartografica sono state progettate applicazioni digitali transmediali per la comunicazione del territorio.

Scarica qui il curriculum vitae.